01. Lug 2022

Margit Koudelka

Dermatite atopica nei bambini

Pelle infiammata e tantissimo prurito sono tipici sintomi della dermatite atopica. Purtroppo, questa malattia della pelle non è curabile, ma i probiotici possono contribuire a sostenere il sistema immunitario del piccolo, fin dalla sua nascita.

Dermatite atopica- Bambina con pelle molto sensibileSintomi come pelle secca, squamosa, rossa e prurito possono davvero creare disagio. Eppure, circa il 10 – 15 % dei bambini deve convivere con questa malattia e naturalmente anche i genitori soffrono insieme ai loro piccoli. Inoltre, questa malattia cutanea è spesso accompagnata da disturbi del sonno e dal forte disagio, causato dalle condizioni della pelle.

Dermatite atopica nei neonati

La neurodermite, nota anche con il nome di dermatite atopica, solitamente si sviluppa nei neonati o in età infantile. In questo caso, la funzione protettiva della pelle è ridotta e anche il minimo stimolo può scatenare un’infiammazione. È una malattia cronica che per adesso non è curabile. Tuttavia, i sintomi si alleviano nel corso degli anni, in circa un bambino su tre, fino a scomparire completamente. Bisogna però menzionare che molti bambini sviluppano nel frattempo altre malattie allergiche, come l’allergia da pollini o l’asma.

Come si diagnostica una neurodermite?

La dermatite atopica spesso non può essere diagnosticata alla prima visita medica. La diagnosi può essere effettuata con sicurezza solo quando i sintomi si manifestano periodicamente e si ripresentano, oppure quando i bambini non rispondono a determinate creme e pomate. Come opzioni terapeutiche sono da menzionare creme, compresse e, se necessario, regimi alimentari. Buoni risultati possono essere raggiunti anche grazie all’assunzione di probiotici.

Sistema immunitario e probiotici

Molti studi dimostrano che la somministrazione di speciali probiotici può ridurre le riacutizzazioni della malattia fino all’80 %. Sebbene la malattia non possa (ancora) essere curata, i sintomi possono essere contrastati grazie ad una flora intestinale in equilibrio. Inoltre, si consiglia di evitare il più possibile lo stress e di eliminare alimenti come ad esempio, la farina bianca, le spezie piccanti e i prodotti a base di latte e soia, in quanto spesso non sono tollerati dalle persone che soffrono di neurodermite.

Anche durante la gravidanza, le future mamme che soffrono di allergie, asma o dermatite atopica possono proteggere i loro bambini. Grazie all’assunzione di uno speciale probiotico è possibile ridurre il rischio di sviluppare la dermatite atopica nei bambini. Inoltre, è consigliabile somministrare ai piccoli, durante il loro primo anno di vita, lo stesso probiotico. In questo modo è possibile contribuire in modo significativo alla formazione del microbioma del bambino e a sostenere il suo sistema immunitario.


 


Melina Alt - Influencerin & frisch gebackene MamaIl mio bambino è nato con taglio cesareo e durante l’allattamento ho iniziato ad assumere un probiotico multispecie OMNi-BiOTiC®, il quale può contribuire a regolare l’insorgere di allergie nei bambini e devo dire che ha funzionato. Anche il mio piccolo che ha più di due anni, si sente benissimo. – Melina Alt, influencer & felicemente madre 

 

 
Resta sempre informato!
Consulta il nostro
blog OMNi-BiOTiC®

Leggi articoli interessanti sull’intestino e ricevi consigli utili per favorirne il benessere!

Disturbi e consigli
Sindrome dell’intestino irritabile e il suo impatto sulla qualità della vita
Disturbi e consigli, Scoperte scientifiche
Akkermansia muciniphila: un batterio sottovalutato
Mamma e bambino
“Coliche dei primi tre mesi”
Salute al femminile
Vaginosi batterica o micosi vaginale?
Consigli di viaggio, Disturbi e consigli
Vacanze in totale spensieratezza
Salute al femminile, Scoperte scientifiche
Microbiota e menopausa
Disturbi e consigli, Salute al femminile
Secchezza vaginale
Disturbi e consigli, Salute al femminile
Come affrontare al meglio il periodo estivo