27. Mag 2021

Florentina Sgarz, BA

Gonfiore addominale: cosa aiuta davvero?

Ti senti come un palloncino che sta per esplodere anche se non soffri di meteorismo oppure dopo aver fatto uno spuntino? La pancia può risultare gonfia e fare male anche dopo aver mangiato poco, una situazione a dir poco spiacevole soprattutto quando si è fuori casa. Di seguito si analizzano le possibili cause e i rimedi efficaci per contrastare questo fastidioso gonfiore.

Il gonfiore addominale, chiamato anche meteorismo, si manifesta quando la pancia si gonfia e inizia a fare male. Circa il 20% delle persone ne soffre e, anche se di per sé non è nulla di grave, si possono avvertire forti dolori e un senso di pienezza. Generalmente, il meteorismo viene causato da un’eccessiva produzione di gas, intolleranze alimentari o da una disfunzione della peristalsi intestinale.

Gonfiore addominale e meteorismo?

Entrambi i disturbi rappresentano le due forme di disturbi intestinali più diffuse, ma quali sono le cause? L’eccessivo accumulo di gas nella pancia spinge le pareti intestinali verso l’esterno provocando gonfiore e alcuni avvertono un mal di pancia piuttosto fastidioso. Al gonfiore addominale si accompagna spesso il meteorismo, il quale non fa altro che peggiorare la situazione. Sentirsi sempre gonfi può portare anche ad altri disturbi come eruttazioni, flatulenza o senso di pienezza e questo stato può durare alcuni minuti o addirittura tutto il giorno.

Pancia gonfia o flatulenza? Un accumulo eccessivo di gas nell'intestino può provocare gonfiore addominale.

I sintomi tipici subentrano spesso contemporaneamente:

  • aria nella pancia;
  • senso di pienezza;
  • senso di gonfiore;
  • aumento della circonferenza addominale;
  • eruttazioni frequenti;
  • pressione gastrica;
  • dolori;
  • borborigmi intestinali;
  • episodi frequenti di flatulenza;
  • irregolarità intestinale, per esempio costipazione.

I soggetti che soffrono di gonfiore addominale e meteorismo si trovano a fare i conti con dolori piuttosto fastidiosi. I sintomi che ne derivano, soprattutto quando si trattiene l’aria in eccesso, assomigliano a quelli tipici di un infarto, ossia dolori al petto, vertigini e difficoltà respiratoria.

Conseguenze del gonfiore addominale

Quando i cibi che ingeriamo giungono nell’intestino, essi vengono scomposti dai batteri e si producono gas intestinali quali metano, anidride carbonica e idrogeno. Questi ultimi, se non fatti fuoriuscire, si moltiplicano e possono causare gonfiore addominale e dolori. Avere la pancia gonfia è normale per esempio dopo aver mangiato gli alimenti sbagliati e troppo in fretta oppure anche a causa di intolleranze alimentari, stress o problemi a carico del tratto gastrointestinale come nel caso della sindrome dell’intestino irritabile. La comparsa di gonfiore addominale può essere prevenuta rinunciando ai cibi che gonfiano. Se i disturbi sono molto forti e si manifestano sempre con la stessa intesità, si consiglia di consultare un gastroenterologo e fare un test per le intolleranze alimentari.

Quali sono i rimedi per combattere il gonfiore addominale?

Ci sono vari rimedi efficaci che vale la pena provare prima di ricorrere all’uso di farmaci:

  • argilla medicamentosa: è una polvere naturale che si ricava dall’argilla e lega i grassi in eccesso contribuendo a dare un po’ di sollievo;
  • tè: determinate erbe hanno un potere calmante sull’intestino;
  • borsa dell’acqua calda: il calore rilassa il tratto gastrointestinale riducendo il gonfiore addominale;
  • massaggi: un massaggio sull’addome può favorire l’attività intestinale, facilitando la fuoriuscita dell’aria in eccesso;
  • finocchio: i semi di finocchio riducono i crampi e favoriscono la digestione;
  • non trattenere i gas intestinali è fondamentale per provare sollievo.

Il ricorso ai probiotici

Innanzitutto, è necessario scoprire le cause che provocano il gonfiore addominale per evitare i disturbi ad esso correlati e l’assunzione di probiotici rappresenta una possibilità efficace e a scopo preventivo. I probiotici sono batteri intestinali naturalmente presenti nell’intestino umano, il cui numero potrebbe essere ridotto a causa di determinati fattori. Ciò significa che viene meno l’equilibrio presente tra i batteri “utili”, favorendo così la proliferazione di germi patogeni. Introdurre batteri benefici nell’organismo può avere effetti benefici sia sull’attività intestinale sia sul benessere generale.

Come prevenire il gonfiore addominale

Ecco alcuni consigli su come prevenire questo disturbo fastidioso:

  • mangiare lentamente: quando si mangia troppo velocemente, ci si dimentica spesso di masticare e questo sovraccarica il tratto digerente, il quale si ritrova a dover scomporre gli alimenti;
  • alimentarsi in modo sano: evitare i cibi ricchi di grassi, gli alimenti contenenti additivi e i carboidrati che favoriscono la produzione di gas. Ne sono esempio il cavolo, la frutta (specialmente quella acerba), i fagioli e le bevande frizzanti;
  • praticare sport: l’attività fisica è molto efficace per contrastare il gonfiore addominale, in quanto stimola l’attività intestinale e favorisce la digestione;
  • assumere probiotici: vengono spesso consigliati ai pazienti affetti da sindrome dell’intestino irritabile come possibilità terapeutica;
  • fare una pulizia intestinale: essa permette di liberare l’intestino dalle sostanze che si sono accumulate nel corso del tempo, affinché esso torni a essere in grado di svolgere correttamente le sue funzioni;
  • bere molta acqua: si raccomanda di preferire l’acqua alle bevande zuccherine o frizzanti, le quali andrebbero a sovraccaricare lo stomaco causando gonfiore addominale. Un sufficiente apporto di liquidi aiuta inoltre l’intestino a scomporre i nutrienti;
  • evitare fonti di stress: nessun organo è più sensibile allo stress se non l’intestino.

 

 

 
Resta sempre informato!
Consulta il nostro
blog OMNi-BiOTiC®

Leggi articoli interessanti sull’intestino e ricevi consigli utili per favorirne il benessere!

Disturbi e consigli
Sindrome dell’intestino irritabile e il suo impatto sulla qualità della vita
Consigli di viaggio, Disturbi e consigli
Vacanze in totale spensieratezza
Disturbi e consigli, Salute al femminile
Secchezza vaginale
Disturbi e consigli, Salute al femminile
Come affrontare al meglio il periodo estivo
Disturbi e consigli
Benessere durante la primavera e l’estate
Disturbi e consigli
9 consigli utili per la forma ideale
Alimentazione e ricette, Disturbi e consigli
In che modo i batteri intestinali influenzano il peso?
Disturbi e consigli
L’importanza della vitamina D per il sistema immunitario associato all’intestino