01. Lug 2021

Dr.med.scient. Verena Stiegelbauer, MSc. BSc.

Microbiota e menopausa

La menopausa è un cambiamento ormonale che la donna attraversa circa a 50 anni, anche se la premenopausa si colloca tra i 40 e i 50 anni e vede la prima fase di questo cambiamento. La produzione di ormoni nelle ovaie inizia a diminuire e subentrano le prime irregolarità del ciclo mestruale.

Le fasi della menopausa

La premenopausa è seguita dalla perimenopausa, una fase che inizia circa a 50 anni e che si accompagna alla totale scomparsa della mestruazione. Questo fenomeno prende il nome di menopausa ed è possibile risalire al preciso momento di inizio. In questo periodo di tempo, la ridotta produzione di estrogeni, androgeni e globuli bianchi potrebbe portare alla comparsa di sintomi che interessano il corpo e la mente come scalmane, disturbi del sonno, perdita della libido e secchezza delle mucose.

La postmenopausa indica l’ultima fase della menopausa, la quale inizia esattamente un anno dopo l’ultima mestruazione. Il corpo si prepara alla nuova situazione ormonale e i disturbi diventano sempre meno. La fine della postmenopausa varia tuttavia da donna a donna e dipende sia dallo stato ormonale sia dai disturbi.

Flora intestinale e menopausaDarmflora und Menopause

Secondo recenti scoperte scientifiche, non sarebbero solo le ovaie ad influire sulla produzione di ormoni sessuali e viceversa, ma anche la nostra flora intestinale.

La composizione dei batteri intestinali dipende fortemente da fattori ambientali, alimentazione, stress, dall’assunzione di antibiotici e ormoni. Sono soprattutto le fasi della vita che portano con sé importanti cambiamenti (infanzia, pubertà, invecchiamento) che mettono a dura prova la flora intestinale, alterando il suo naturale equilibrio. Durante la menopausa non diminuisce solo il livello degli estrogeni, ma anche quello di progesterone, compromettendo in modo significativo la funzione di barriera esercitata dall’intestino. Gli studi hanno inoltre evidenziato un aumento del numero di Firmicutes e Bacteroidetes durante la postmenopausa e tali osservazioni sono in linea con l’incremento dell’indice di massa corporea di molte donne in questa fase della loro vita.

Un altro cambiamento del microbiota intestinale tipico della menopausa è una ridotta produzione di acidi grassi a catena corta, resposabili della regolazione dell’appetito e del metabolismo. Alcuni sintomi tipici della menopausa sono infatti connessi a un’alterazione della flora intestinale.

Legame tra flora vaginale e menopausa

Non solo i nostri batteri intestinali, ma anche la composizione della flora vaginale cambia nel corso della vita. Nel periodo precedente alla menopausa essa è costituita prevalentemente da lattobacilli e con l’arrivo della menopausa e la diminuizione del livello di estrogeni aumenta leggermente il valore del pH. A causa di una minore produzione di estrogeni diminuisce anche la quantità di glicogeno, compromettendo la crescita di lattobacilli. Ciò provoca inoltre una disbiosi della flora vaginale e un aumento dei proteobatteri, Streptococcus e Anerococcus. Tuttavia, assumendo probiotici a base di lattobacilli appositi, è possibile ripristinare il normale equilibrio della flora vaginale introducendo i lattobacilli mancanti.

 
Resta sempre informato!
Consulta il nostro
blog OMNi-BiOTiC®

Leggi articoli interessanti sull’intestino e ricevi consigli utili per favorirne il benessere!

Disturbi e consigli
Sindrome dell’intestino irritabile e il suo impatto sulla qualità della vita
Consigli di viaggio, Disturbi e consigli
Vacanze in totale spensieratezza
Disturbi e consigli, Salute al femminile
Secchezza vaginale
Disturbi e consigli, Salute al femminile
Come affrontare al meglio il periodo estivo
Disturbi e consigli
Benessere durante la primavera e l’estate
Disturbi e consigli
Gonfiore addominale: cosa aiuta davvero?
Disturbi e consigli
9 consigli utili per la forma ideale
Alimentazione e ricette, Disturbi e consigli
In che modo i batteri intestinali influenzano il peso?