Beginn des Seitenbereichs: Inhalt

Criteri qualitativi dei probiotici e simbiotici rilevanti dal punto di vista medico

I seguenti criteri qualitativi sono stati tratti dalle linee guida motore a quattro cilindri in linea dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), dell’autorità americana preposta al controllo dei farmaci (FDA), della Società Mondiale di Gastroenterologia, come anche delle Società di Medicina Probiotica austriaca (OePROM) e tedesca (DePROM).

 

1. Numero di batteri
Almeno 109 Kbe (= 1 miliardo di germi per grammo di polvere). Ciò significa che può essere assorbito un numero rilevante di batteri vivi.

2. Formulato multispecie di ceppi batterici simbiotici
La presenza di più ceppi batterici favorisce l’interazione tra batteri e cellule umane, oltre a moltiplicare il potenziale dei singoli ceppi: avere a disposizione un team di esperti è meglio di un solo specialista!

3. Attività
I batteri probiotici sono i più efficaci nelle 24 ore dopo la reidratazione e sono pronti per svolgere di nuovo la loro attività. Con lo yogurt ciò avviene quando prima che lasci il caseificio, dove si ottiene dall’acido lattico che si estrae dal latte; con i granulati, invece, avviene dopo che sono stati ingeriti nell’organismo, dove i batteri lavorano attivamente per noi.

4. La capacità di moltiplicazione
Comprovata capacità di moltiplicazione dei germi probiotici anche dopo la conclusione della terapia. È stato finora dimostrata solo per pochissimi prodotti, poiché è possibile determinarla solo per grandi numeri. La prova è stata pubblicata anche sulle riviste scientifiche, ad esempio per OMNi-BiOTiC® PANDA e OMNi-BiOTiC® 10 AAD.

5. Stabilità a temperatura ambiente
Si dovrebbe indicare non tanto il numero dei batteri al momento del confezionamento, quanto quello registrato alla conclusione del periodo di validità. Infatti, se l’ambiente non offre condizioni di vita ottimali, molti batteri muoiono già dopo pochi giorni. Per i prodotti OMNi-BiOTiC® è possibile fornire su richiesta un’analisi qualitativa di ciascun lotto e un test di stabilità a 24 mesi a temperatura ambiente.

6. Resistenza ai succhi gastrici e agli acidi biliari
La resistenza dei germi agli acidi forti è fondamentale. I batteri liofilizzati devono essere fatti rinvenire preferibilmente fuori dall’organismo, in un liquido neutro. In questo modo possono assorbire il primo nutrimento e rafforzarsi, prima di affrontare il lento passaggio attraverso lo stomaco con i suoi succhi gastrici e l’intestino tenue con gli acidi biliari e il succo pancreatico.

7. Ottimizzazione delle condizioni ambientali
Il valore ottimale del pH dell’intestino tenue è di 4,0-5,0. Queste condizioni favoriscono la crescita dei batteri utili, ma non di quelli nocivi per la salute.

8. Reidratazione rapida
Nella fase di crescita i batteri sono labili. Cominciano a essere attivi soltanto nel momento in cui ricevono nutrimento e si sono abituati alle condizioni ambientali. Nelle capsule, questo processo è molto ritardato.

9. Sinergia dei ceppi batterici
Non tutti i ceppi batterici vivono in perfetta sintonia tra loro, ma possono anche essere in competizione (es. per procurarsi il nutrimento), per questo l’efficienza di alcuni preparati batterici misti deve essere dimostrata attraverso il metodo cosiddetto “cross streak“. Inoltre, è necessario che siano disponibili studi sull’efficacia.

10. Sicurezza
Tutti i ceppi batterici utilizzati devono essere considerati come GRAS (Generally Recognized As Safe, generalmente riconosciuti come sicuri), un criterio internazionale che indica la massima sicurezza per l’assunzione da parte dell’uomo e l’assenza di effetti indesiderati anche in caso di uso protratto.

11. Assenza di zuccheri, glutine, proteine animali
Non favoriscono la comparsa di intolleranze.

12. Matrice
Per intensificare l’attività e la capacità di moltiplicazione dei batteri sono stati aggiunti enzimi, fibre e minerali. Ciò aumenta la produzione di muco da parte della mucosa intestinale e la capacità di aderenza della combinazione di microrganismi aggiunti.

 

I prodotti OMNi-BiOTiC® rispettano questi criteri qualitativi e sono composti esclusivamente da culture batteriche di origine umana aventi capacità di moltiplicazione.

Versione delle informazioni: Friday, 20. April 2018

Ende dieses Seitenbereichs.
Springe zur Übersicht der Seitenbereiche.