Probiotici di altissima qualità: come riconoscerli?

Non tutti i probiotici sono uguali: assicurare la qualità del prodotto in ogni fase di sviluppo è fondamentale per garantirne l'efficacia e la tollerabilità. Ma come si può riconoscere un probiotico di alta qualità e rilevanza medica tra la vasta gamma di prodotti disponibili? Abbiamo riassunto per te i criteri più importanti.
Punti salienti

I ceppi batterici contenuti nel probiotico devono essere assolutamente sicuri e senza effetti collaterali per chi ne fa uso, anche in caso di assunzione a lungo termine. Rigorosi controlli di stabilità garantiscono che il numero di batteri vivi e attivi corrisponda realmente alle indicazioni fino alla fine della data di scadenza.

Un probiotico dovrebbe contenere almeno 1 miliardo di batteri vivi, attivi e capaci di riprodursi per ogni grammo di polvere. Tuttavia, a volte, “il troppo stroppia”! Ciò che conta di più non è solo il numero di batteri, ma la quantità di essi adibita ad uno specifico impiego.

Per garantire la massima efficacia di un probiotico, è fondamentale utilizzare ceppi batterici di origine umana e che il nostro organismo riconosce. In questo modo, possono interagire in modo ottimale con i batteri presenti nel nostro corpo.

Per garantire che i batteri possano essere conservati come probiotici per diversi anni vengono sottoposti a liofilizzazione, ovvero messi in una sorta di “ibernazione” e conservati in confezioni speciali che li proteggono.

Il principale vantaggio del formato in polvere è che, sciolta in acqua prima dell’assunzione, permette ai batteri liofilizzati di riattivarsi in un ambiente delicato. Questo li rende già attivi e forti prima di affrontare l’ambiente ostile del tratto gastrointestinale.

Studi scientifici dimostrano che la combinazione mirata di più ceppi batterici è superiore all’assunzione di un singolo ceppo adibito ad una vasta gamma di applicazioni.

Sicurezza e stabilità testate

Un criterio fondamentale è la sicurezza di un probiotico: tutti i ceppi batterici in esso contenuti devono essere ceppi batterici assolutamente sicuri per l’uomo e senza effetti collaterali, anche se assunti per un lungo periodo di tempo. Questo viene testato e garantito da enti autorizzati.

sicurezza_stabilità

I ceppi probiotici sicuri hanno il cosiddetto status QPS (Qualified Presumption of Safety) dell’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) o lo status GRAS (Generally Recognised As Safe) della Food and Drug Administration (FDA) o rispettano standard di sicurezza comparabili. Un probiotico di alta qualità è inoltre sottoposto a rigorosi controlli di stabilità, che garantiscono che il numero di batteri vivi e attivi non solo corrisponda alle specifiche al momento del confezionamento, ma anche fino al termine della data di scadenza.

Numero ideale di batteri

Un probiotico dovrebbe contenere almeno 1 miliardo di batteri vivi e attivi e in grado di riprodursi per ogni grammo di polvere, per garantire che un numero sufficiente di essi raggiunga il sito di destinazione nell’intestino. Il loro numero è spesso espresso in unità formanti colonie (CFU).

Tuttavia, è importante sottolineare che anche “il troppo stroppia”. Un numero estremamente elevato di batteri (CFU) in un probiotico non è necessariamente sinonimo di maggiore efficacia ed efficienza. Ciò che conta di più è la quantità specifica di batteri per un determinato ambito di applicazione, la quale viene idealmente determinato attraverso studi clinici.

scala di petri

Ceppi batterici di origine umana resistenti

L’assunzione di un probiotico può apportare benefici solo se i batteri in esso contenuti sono attivi e arrivano a destinazione, ovvero nell’intestino, in numero elevato. Nel loro percorso attraverso l’apparato digerente devono affrontare gli acidi gastrici, della bile e le secrezioni pancreatiche. Per garantire che sopravvivano a questo passaggio di ore, è quindi importantissimo utilizzare ceppi batterici adatti, che vantano una comprovata resistenza ai succhi gastrici.

Affinché un probiotico sia il più efficace possibile, è inoltre essenziale utilizzare ceppi batterici presenti in natura e riconosciuti dal nostro organismo, in modo che possano interagire in modo sinergico con i batteri già presenti nel nostro corpo. I lieviti e gli agenti patogeni di origine animale, ad esempio, non sono microrganismi naturalmente presenti nel nostro organismo.

Durata di conservazione e attività

I batteri muoiono generalmente dopo pochi giorni se l’ambiente circostante non offre loro condizioni di vita ideali. Pertanto, per poter essere conservarti anche per diversi anni come probiotici vengono messi in una sorta di “ibernazione” mediante liofilizzazione. L’aggiunta di liquidi (reidratazione) li “risveglia” e li rende attivi.

Speciali confezioni, come bustine sigillate o contenitori di vetro ermetici, proteggono i batteri dagli influssi ambientali esterni come l’umidità o le temperature troppo elevate, evitando così che i batteri si attivino o muoiano durante la fase di conservazione.

I probiotici sono solitamente presenti in commercio in polvere o in capsule. Il grande vantaggio della polvere è che viene sciolta in acqua (o in un altro liquido neutro) prima dell’assunzione. In questo modo, i batteri liofilizzati vengono reidratati in un ambiente delicato e sono già attivi e forti prima di raggiungere il duro ambiente del tratto gastrointestinale. Un fattore chiave per la loro sopravvivenza.

Durante la reidratazione all’esterno dell’organismo, i batteri possono consumare la prima fonte di cibo a disposizione e rafforzarsi ulteriormente. È quindi particolarmente utile aggiungere alla polvere probiotica una “fonte di cibo” composta da fibre, enzimi e minerali, appositamente selezionata per i batteri contenuti nel preparato. In questo modo, non solo si aumentano le possibilità di sopravvivenza dei batteri durante il viaggio verso la loro destinazione, ma si potenzia anche la loro attività e capacità di moltiplicarsi all’interno dell’intestino.

Probiotici in capsule o in polvere?

Studi scientifici dimostrano chiaramente che i batteri in polvere sopravvivono quasi indenni al passaggio attraverso il tratto gastrointestinale. Tuttavia, se la stessa quantità di batteri viene assunta in capsule, solo 1  %, rispetto alla quantità originale ingerita, raggiunge l’intestino crasso.

batteri intestinali

Combinazione di batteri scientificamente testata

“L’unione fa la forza” è il motto di molti ceppi batterici, in quanto la maggior parte di essi collaborano in modo sinergico proprio come una squadra. Le scoperte scientifiche dimostrano che la combinazione di diversi ceppi batterici, appositamente selezionati, la cosiddetta formulazione multispecie, è superiore rispetto all’utilizzo di un singolo ceppo, adibito ad un ampio spettro di applicazione. Il potenziale dei singoli ceppi batterici può essere ulteriormente incrementato grazie a combinazioni, appositamente selezionate, di ceppi batterici specifici.

Tuttavia, come per gli esseri umani, non tutti i ceppi batterici vanno d’accordo tra di loro. Scoprire infatti quali ceppi batterici interagiscono meglio tra di loro e si rafforzano a vicenda è un passo fondamentale nello sviluppo di un probiotico. Pertanto, è importante utilizzare il cosiddetto metodo “cross streak” per dimostrare quali batteri si supportano in modo ottimale e possano sfruttare al meglio il loro potenziale.

Infine, l’efficacia dei probiotici di alta qualità e rilevanza medica dovrebbe essere comprovata da studi scientifici. In questo modo si dimostra che la combinazione complessa dei batteri giusti, nel rispettivo ambito di applicazione, apporta il massimo beneficio per noi esseri umani.

Indice

OMNi-BiOTiC®
Probiotici: la salute comincia dall’intestino
OMNi-BiOTiC® 10 AAD
OMNi-BiOTiC® 10 AAD
da € 17,50
al prodotto
OMNi-BiOTiC® 6
OMNi-BiOTiC® 6
da € 14,50
al prodotto
OMNi-BiOTiC® Active
OMNi-BiOTiC® Active
da € 44,50
al prodotto
OMNi-BiOTiC® CAT & DOG
OMNi-BiOTiC® CAT & DOG
da € 32,50
al prodotto
OMNi-BiOTiC® COLONIZE
OMNi-BiOTiC® COLONIZE
da € 44,50
al prodotto
OMNi-BiOTiC® FLORA plus+
OMNi-BiOTiC® FLORA plus+
da € 20,95
al prodotto
OMNi-BiOTiC® HETOX
OMNi-BiOTiC® HETOX
da € 20,95
al prodotto
OMNi-BiOTiC® metabolic
OMNi-BiOTiC® metabolic
da € 44,50
al prodotto
OMNi-BiOTiC® METAtox
OMNi-BiOTiC® METAtox
da € 22,50
al prodotto
OMNi-BiOTiC® PANDA
OMNi-BiOTiC® PANDA
da € 11,95
al prodotto
OMNi-BiOTiC® POWER
OMNi-BiOTiC® POWER
da € 44,50
al prodotto
OMNi-BiOTiC® Pro-Vi 5
OMNi-BiOTiC® Pro-Vi 5
da € 20,95
al prodotto
OMNi-BiOTiC® STRESS con vitamine del gruppo B
OMNi-BiOTiC® STRESS con vitamine del gruppo B
da € 22,50
al prodotto
OMNi-BiOTiC® STRESS Repair
OMNi-BiOTiC® STRESS Repair
da € 11,95
al prodotto
OMNi-BiOTiC® VIAGGI
OMNi-BiOTiC® VIAGGI
da € 23,95
al prodotto